L'azienda

Dell'Ortica, il percorso Rose & Fiori L'Appennino tra Bologna e Modena non offre solamente panorami meravigliosi, basta pensare a Savigno, "La città del tartufo" oppure a Zocca con il suo "Museo del castagno" per avere subito una "fotografia" di ciò che è la realtà di questo ambiente. L'Azienda Agricola Dell'Ortica nasce da un progetto semplice: preservare il territorio e farlo conoscere valorizzando uno degli aspetti a nostro avviso più importanti ovvero il contatto con la natura e con le specificità di questa piccola fetta di mondo. Mantenere i nostri boschi equivale a produrre ossigeno e prevenire il dissesto idrogeologico, coltivare in maniera non intensiva significa tenere vivo il terreno e ottenere prodotti con un aspetto meno "fotogenico" ma certamente dal sapore unico. Il nostro intento è quello di proporre a chi vorrà visitarci alcuni percorsi alla scoperta di fiori erbe e piante non solo per apprezzarne i colori od i profumi, ma anche per conoscerne l'utilizzo sia esso gastronomico o curativo. In questo modo speriamo anche di potervi trasmettere quello che, secondo noi, è la cosa più importante ovvero il rispetto per l'ambiente che ci circonda.

La fattoria didattica

Logo Fattorie Didattiche della Regione Emilia-RomagnaLa Fattoria didattica è per noi un importante elemento di divulgazione.
Spesso chi vive lontano dalla natura non è più capace di viverla. Il nostro obiettivo è quello di riavvicinare le persone ai cicli stagionali, ad una sana alimentazione ed al rispetto dell'ambiente.Attraverso percorsi didattici, appositamente strutturati, sapremo guidarvi tra colori e profumi. I laboratori all'aperto vi permetteranno di riconoscere ed apprezzare alcune delle più importanti erbe aromatiche, le proprietà delle piante officinali e ritrovare il piacere di una passeggiata nel bosco. Cammineremo insieme in un ambiente che è ben lontano dall'inquinamento acustico della città e quindi ogni rumore, ogni suono, avrà un significato preciso e spesso riconducibile ad un animale, potrà essere il verso di una poiana o di un rigogolo oppure il bramito di un capriolo.

L'ortica

Cesti di ortica appena raccolta.Tradizionalmente usata sia per la fibra che in cucina, è un forte remineralizzante, contiene ferro in abbondanza, ma soprattutto è buona da mangiare! La pianta intera viene utilizzata per preparare dei macerati che sono ottimi disinfettanti ed antiparassitari se spruzzati sulle piante, noi lo facciamo abitualmente nel nostro orto. Insomma, una vera e propria forza della natura che noi coltiviamo in ottica biolgica, cioè senza utilizzare nessuna sostanza chimica. Per l'uso alimentare raccogliamo solo le cime e la utilizziamo come condimento per la pasta, nelle frittate e si può usare nell'impasto della sfoglia per conferire un bel colore verde. Con le foglie essiccate si può fare una tisana utile per mantenere le fisiologiche funzioni dell'organismo.

Le erbe aromatiche e le piante officinali

La nostra lavandaDa sempre utilizzate in cucina, le erbe aromatiche aggiungono il loro aroma alle nostre preparazioni. Coltiviamo rosmarino, salvia, timo, alloro e maggiorana, senza l'ausilio di sostanze chimiche, li raccogliamo a mano e, oltre alla disponibilità "fresca" prepariamo anche sacchetti con le foglie essiccate per una conservazione più lunga nel tempo. Inoltre produciamo anche sali aromatizzati da utilizzare come condimento per le vostre pietanze. Le piante officinali, grazie alle particolari qualità dei loro oli essenziali, vengono utilizzate anche per tisane e decotti, oppure, nel caso della lavanda, come profumatori nei cassetti o negli armadi. Ci sono anche officinali spontanee come ad esempio l'iperico, conosciuto anche come "Erba di S.Giovanni", il cui fiore può essere utilizzato nella preparazione di un oleolito antisettico e cicatrizzante.

I piccoli frutti

Lamponi appena raccoltiFragole, fragoline di bosco, ma anche ribes bianco, nero e rosso ed anche lamponi e uva spina. Queste sono le nostre produzioni per quanto riguarda i piccoli frutti. Ricchi di antiossidanti e gustosi costituiscono una parte delle bordure dei nostri percorsi didattici, se la stagione lo permette potrete assaggiarli durante le visite. Anche in questo caso nessuna sostanza chimica viene utilizzata nella coltivazione e la raccolta a mano garantisce l'integrità del prodotto. Sono ottimi mangiati freschi, ma altrettanto indicati nella preparazione di marmellate o composte.

Le rose

Rosa Gertrude JekyllPiante ornamentali per eccellenza, le rose sono praticamente ovunque sui nostri percorsi, potrete osservare le differenze, siano esse sottili o macroscopiche, tra le diverse specie. Il nostro pergolato, di circa 20 metri, sostiene alcune tra le rose sarmentose più esuberanti, con rami fino a 8 metri. Nelle bordure invece potrete ammirare rose antiche, galliche ed inglesi. Se il loro aspetto estetico è ben noto ed apprezzato in tutto il mondo, vi sorprenderete nel conoscere il loro lato commestibile infatti, con i petali, si possono preparare marmellate dal sapore è unico.